Equilibrio acido basico
Equilibrio acido base
11 Agosto 2019
Mangiare con consapevolezza
Sapere mangiare
19 Ottobre 2019

Il nostro stare bene dipende in buona parte dalla  “salute” del nostro intestino.

Sappiamo che esiste una stretta relazione tra sistema nervoso e intestino,

la cui parete contiene circa 200.000 cellule nervose che comunicano con il cervello.

Se il cervello influisce sull’intestino, è vero anche il contrario, la flora batterica o microbiota intestinale, esercita una azione molto importante  sul nostro benessere mentale e generale.

I batteri presenti nell’intestino svolgono azioni importanti, tali da permetterci di stare bene.

Sono in grado di digerire alcuni tipi di fibre, collaborano alla sintesi della vitamina D, necessaria alla corretta mineralizzazione delle ossa e della vitamina K, che interviene nella coagulazione del sangue.

Gli stessi batteri, “buoni”, partecipano alla formazione della vitamine del gruppo B, a loro volta fonti di energia e salute mentale.

Il microbiota è fondamentale per mantenere il sistema immunitario, sistema che difende l’organismo da eventuali patologie.

Ricordo che il 70% delle cellule immunitarie si trovano nell’intestino!

I batteri buoni impediscono l’attecchimento alla parete intestinale di quelli dannosi, ci proteggono così da potenziali patologie.

Con tali batteri viviamo in simbiosi e verso questi, dobbiamo avere un riguardo in termini di sana alimentazione.

I batteri che vivono nel nostro intestino, chiamati saprofiti, intervengono anche nella sintesi di una sostanza, la serotonina, a partire dal suo precursore il triptofano.

Un elevato livello di serotonina migliora l’umore e il senso di benessere.

L’alimentazione deve essere ricca di fibre, omega 3, presente nei pesci più grassi e nella frutta a guscio,  di legumi, di cereali integrali, vitamine del gruppo B, magnesio e tanta acqua.

Tali cibi quando assunti in appropriate quantità e in modo bene organizzat0, permettono di mantenere un intestino sano.

Non siamo soli, ma in compagnia di tanti “amici”, ricordiamoci però, che

l’asse intestino- cervello è bidirezionale, l’intestino per stare bene, ha bisogno di ricevere impulsi nervosi positivi, che dipendono dallo stile di vita, dalle ore di sonno, dalla gestione dello stress, da elementi importanti tanto quanto l’alimentazione.