sorridere con gli alimenti
13 Maggio 2018
Diabete
Diabete
29 Giugno 2018

Le malattie cardiovascolari sono patologie che interessano principalmente le arterie coronarie.

Questi vasi portano al cuore, sangue ricco di ossigeno e sostanze nutritive.

L’angina pectoris, l’infarto miocardico, l’insufficienza cardiaca, sono le malattie cardiache più gravi.

L’alimentazione può essere di aiuto, nella prevenzione e in associazione ai farmaci, può dare una mano alla terapia, quando il danno si è già verificato.

E’ utile assumere alimenti che contengano: vitamina C ed E, selenio e betacarotene per l’azione antiossidante, bioflavonoidi e sali minerali, magnesio e zolfo, coenzima Q10,  sostanze in grado di migliorare la funzionalità cardiaca.

E’ importante contrastare sovrappeso e obesità, dal momento che  aumentano il lavoro del cuore, seguendo una alimentazione varia ed ecquilibrata.

La dieta mediterranea è valida ed efficace per prevenire e combattere le patologie cardiache.

Cereali integrali, conditi con olio extravergine di oliva, pomodoro e poco parmigiano,  proteine come  pesce, di piccola taglia, salmone, sgombro, sardine, ricche di omega 3 e omega 6 in grado di abbassare il colesterolo e i trigliceridi, migliorando così il flusso del sangue.   

Carni magre, pollo e tacchino, legumi ( fagioli, lenticchie), frutta ma con moderazione, per l’apporto di fruttosio.

Verdure e frutta fresche sono ricche di fibre, vitamine e Sali minerali, hanno azione antiossidante e prevengono l’invecchiamento e l’indurimento delle arterie migliorando il flusso  sanguigno.

Tra le verdure aglio e cipolla favoriscono la circolazione ematica.

E’ importante assumere, per la presenza di acidi polinsaturi, frutta oleosa.

Noci, mandorle, nocciole, sono ricche di sali minerali, vitamina E, grassi polinsaturi, calcio.

Per condire è bene usare l’olio extravergine di oliva, ricco di vitamina E, omega 3 e omega 6.

Bene usare poco sale e poco zucchero.

Ricordiamoci che tutti gli alimenti devono essere assunti in quantità adeguata in base al fabbisogno individuale.

Importante è evitare i grassi saturi, che danneggiano i vasi arteriosi, in particolare,  le carni più grasse, salumi, pancetta, i fritti, gli alimenti come la panna, creme e burro.

Superalcolici e  pasti abbondanti richiedono una digestione più elaborata e lunga, per chi ha già problemi cardiaci, è meglio farne a meno.

E infine, evitare il fumo di sigaretta e cercare di avere una vita il meno stressante possibile.

Per migliorare l’ossigenazione del sangue e quindi del cuore, è molto utile svolgere attività fisica aerobica, quotidiana, indicata anche per contrastare chi ha bisogno di perdere qualche kilo in più.

Esiste la possibilità di aiutarci,  con una sana alimentazione e un corretto stile di vita, sta a noi, scegliere come comportarci.