Cuore in salute
Cuore in salute
6 Giugno 2018
Sali minerali e salute
Sali minerali e salute
15 Luglio 2018

Una patologia che ha attinenza con l’alimentazione è il diabete.

La familiarità è un fattore predisponente ma non assoluto.

Il diabete è dovuto a una carenza o a una insufficiente produzione di insulina da parte del pancreas.

L’insulina è l’ormone che permette agli zuccheri, presenti nel sangue, di entrare all’interno delle cellule, per essere correttamente utilizzati. Se questo non accade, la glicemia aumenta e si manifesta la patologia.

In pratica gli zuccheri complessi di pane, pasta, riso e quelli semplici dei dolci e della frutta, non forniscono più l’energia necessaria all’organismo.

Si può avvertire molta sete, necessità a urinare spesso,  aumento della fame e dimagrimento, molta stanchezza, si possono anche verificare infezioni all’apparato genitourinario e infezioni alla pelle.

Il diabete può danneggiare i reni, la vista, il sistema nervoso.

La dieta rappresenta il principale provvedimento per la cura del diabete, ma anche per la sua prevenzione.

Il sovrappeso e l’obesità, se presenti, sono certamente fattori predisponenti allo sviluppo di questa grave patologia.

Nelle forme più leggere, la sola dieta è sufficiente a ripristinare normali livelli glicemici.

In altri casi, più gravi, la dieta accompagna l’assunzione di farmaci.

Nell’alimentazione del diabetico, è importante che ci siano vitamine del gruppo B, acido pantotenico, vitamina C, che viene eliminata più rapidamente in presenza di tale malattia, proteine e potassio e naturalmente carboidrati complessi, che stimolano la produzione di insulina e impediscono improvvisi abbassamenti della glicemia.

E’ importante assumere più pasti nella giornata, per mantenere i livelli glicemici abbastanza costanti ed evitare cali improvvisi.

Pasta, riso, pane e legumi devono essere assunti nella quantità giusta, le verdure ricche di fibre, anche in quantità libera.

Le fibre riducono l’assorbimento dello zucchero e danno un senso di sazietà.

La frutta va assunta con moderazione e va scelta solo quella meno zuccherina, evitare banane, fichi, datteri, uva.

Importante evitare le bibite zuccherate ma bere acqua nella giornata e non vino.

L’alimentazione deve essere personalizzata, equilibrata a seconda delle caratteristiche del soggetto, al tipo di diabete, al sesso, al peso e all’attività fisica svolta.

L’attività fisica è importantissima, permette di utilizzare gli zuccheri e stimola l’attività del pancreas, in più consente di perdere peso o comunque mantenere quello ottimale.