Stress e dieta
Stress e dieta
26 Dicembre 2020
Insonnia, quali cibi evitare, quali preferire
Insonnia: quali cibi evitare, quali preferire
15 Marzo 2021

Mangiare sano, significa avere tempo per la scelta delle pietanze.

Se da una parte lo smart working costringe a limitare lo spostamento e la vita sociale, dall’altro lato, permette di scegliere con più libertà gli alimenti da assumere.

E’ una occasione per accrescere gli effetti salutari dei cibi che abbiamo a disposizione.

Possiamo evitare i cibi precotti spesso più ricchi di grassi saturi.

E’ un buon momento per ripensare a una sana alimentazione.

C’è tempo per fare colazione.

La giornata può iniziare con una spremuta di arance rosse, pane tostato o gallette di mais e composta di frutta, caffè o tè oppure cereali, yogurt e frutta.

Noci o mandorle, ricche di calcio e vitamina E, omega 3 e 6 (ad azione antinfiammatoria), insieme a frutta fresca, rappresentano uno spezza fame salutare e saziante.

Abbiamo tempo per mangiare in modo sano.

Se il colesterolo è alto, possiamo aiutarci e cucinare più spesso il pesce, i legumi.

Il mais dolce (ricco di lecitina), può essere aggiunto alle verdure di stagione, cotte al vapore o in pentola a pressione.

Verdure presenti a pranzo e cena, anche come passati o zuppe.

Possiamo sostituire burro e margarina, con la tahina, semi di sesamo macinati, facile da digerire e spalmabile sul pane.

Ricca di vitamina E e buona fonte di calcio, utile anche a chi non tollera il formaggio.

Approfittiamo del fatto di essere a casa per bere più acqua, ricca di minerali e oligoelementi di facile biodisponibilità.

Pasta e riso, non ingrassano e se conditi con semplice passata di pomodoro e grana o con verdure, olio e grana, rappresentano una buona fonte di energia.

Tra le proteine, le carni bianche, il pesce, i formaggi meno grassi.

La fantasia ci aiuterà a elaborare pietanze appetitose.

Un periodo, difficile, che  possiamo cercare di sfruttare a nostro vantaggio.