Dieta Mediterranea e invecchiamento
Dieta Mediterranea e sano invecchiamento
17 Febbraio 2018
Antiossidanti naturali
Antiossidanti naturali
12 Aprile 2018

La Celiachia è una intolleranza al glutine, proteina presente nei cereali, orzo, frumento, avena, segale.

L’intolleranza al glutine, causa infiammazione dell’intestino tenue e distruzione nel tempo dei villi intestinali, si crea così una incompleta assimilazione, delle sostanze nutritive presenti negli alimenti.

In genere la celiachia si manifesta nell’infanzia con dolori addominali, diarrea, inappetenza e difficoltà alla crescita.

Anche in età più adulta i disturbi lamentati sono rappresentati da dolori all’addome, diarrea, stanchezza, dolori alle articolazioni, demineralizzazione delle ossa per malassorbimento di calcio, anemia, alterazioni della cute.

La distruzione dei villi intestinali, determina anche una difficoltà a digerire le proteine del latte e intolleranza al lattosio.

Altra conseguenza è il ridotto assorbimento del calcio presente negli alimenti con ipocalcemia.

La terapia consiste nell’eliminare il glutine dalla dieta.

Evitare alimenti che contengono frumento, avena, orzo e segale.

Evitare il couscous, il germe di grano, la farina di frumento, la pasta a base di farina di grano, il malto, il pane di frumento e di segale oltre al pane bianco.

Evitare i biscotti, le torte, i pasticcini preparati con farina contenente glutine.

Eliminare il glutine dalla dieta, consente di ottenere un beneficio in termini di salute già dopo tre, quattro settimane.

Particolarmente per chi soffre di celiachia, l’alimentazione deve essere bene equilibrata, per consentire il normale sviluppo dell’organismo.

Riso, miglio, mais, grano saraceno, tapioca, sono i cereali che non contengono glutine e possono essere assunti senza problemi.

Nella dieta devono essere presenti, legumi e patate per l’apporto energetico necessario e per il contenuto di fibre e minerali.

Proteine come pesce e carni bianche, formaggi magri e uova per il contenuto di proteine, ferro, calcio, zinco vitamine del gruppo B.

Verdure fresche di stagione e frutta per i sali  minerali e le vitamine.

Olio extravergine di oliva ricco di antiossidanti e ricco di  grassi omega 3.

Gli omega 3, presenti anche nel pesce, migliorano la rigenerazione della parete intestinale danneggiata.

E’ sempre utile leggere le etichette degli alimenti confezionati e ricordare che anche piccole quantità di glutine, possono essere causa di problemi.